Consiglio Direttivo - 2014-2016 - Associazione Italiana di Medicina e Sanità Sistemica (ASSIMSS) - Italian Association for Systems Medicine & Healthcare

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Consiglio Direttivo - 2014-2016

CHI SIAMO
CONSIGLIO DIRETTIVO 2014-16: Christian Pristipino (Presidente), Sergio Boria (Vice-presidente), Alfredo Cesario (Vice-presidente), Mauro Ceruti (Consigliere), Milena Guarinoni (Consigliere), Stefano Ivis (Consigliere), Antonia Chiara Scardicchio (Consigliere) e Alfredo Zuppiroli (Consigliere).

CONSIGLIO DIRETTIVO
Mandato 2016-2018

PRESIDENTE

Christian Pristipino


                                                                                                                                                                                               




Sono nato a Roma il 3/1/1968 e Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1992 e specializzato in Cardiologia nel 1997 all’Università Cattolica di Roma. Ho proseguito con un master in cardiologia interventistica presso l’Università di Lille (Hôpital Cardiologique) e di Parigi (Hôpital Bichat Claude-Bernard). Lavoro attualmente come cardiologo interventista presso l’ospedale S. Filippo Neri di Roma dove ho fondato e coordinato l’Unità di Cure Personalizzate e Systems Medicine. Credo che l’attività di ricerca sia parte dell’essere medico e, come tale, sono stato responsabile di ricerca e formazione dell’Unità Operativa di Emodinamica. Sono stato Presidente regionale della Società Italiana di Cardiologia Interventistica e sono Fellow della Società Europea di Cardiologia e dell’American College of Cardiology. Da sempre appassionato di complessità, mi occupo: della gestione di patologie complesse anche coordinando documenti societari (nazionali e internazionali); del disegno di reti di cura dell’infarto acuto a livello regionale; della creazione di database internazionali per la condivisione di dati clinici dei pazienti; di ricerche PNEI in cardiologia; di formazione all’approccio complesso in medicina. Amo le profondità, facendo attività subacquea, e le altezze, volando con lo spirito e con tutto me stesso pilotando aerei da turismo.

VICE PRESIDENTE

Sergio Boria


                                                                                                                                                                                             




Nato nel novembre del 1960. Medico, psichiatra e psicoterapeuta ad orientamento sistemico-costruttivista. Ho lavorato per anni nella psichiatria ospedaliera e nel contesto carcerario, per poi dedicarmi alla libera professione collaborando in particolare con i colleghi di medicina generale (Progetto Bateson’s Net). Sono stato tra i fondatori dell’Institute of Constructivist Psychology e dell’AIEMS (Associazione Italiana di Epistemologia e Metodologia Sistemiche) della quale sono attualmente presidente. Ho insegnato in diverse scuole di psicoterapia e ho scritto saggi su vari argomenti. Dirigo inoltre la rivista telematica Riflessioni Sistemiche. Amo l’epistemologia e i percorsi culturali di confine (inter-trans-disciplinarità), per cui negli anni ho sviluppato uno sguardo che va ben oltre le discipline mediche e psicologiche. Proprio partendo da questo sguardo, e dalla convinzione circa la necessità di un profondo cambiamento nelle pratiche di diagnosi e cura vigenti nel nostro paese, sono stato nel 2014 tra i fondatori dell’ASSIMSS. Amo la mia famiglia, i buoni amici, la musica, e le passeggiate nel silenzio della natura.

VICE PRESIDENTE
Alfredo Cesario





Medico. Vice-Direttore per il Governo Clinico e Ricercatore presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma. E' attualmente Membro dell'Executive Board dell'EASyM (European Association for Systems Medicine), nonchè Board Member dello European Forum for Good Clinical Practice. E' stato Vice-direttore scientifico dell'Ospedale San Raffaele Pisana IRCSS di Roma.




TESORIERE

Stefano Ivis







Dopo essermi laureato in medicina e chirurgia e specializzato in malattie dell’apparato respiratorio, ho cominciato a lavorare come medico di famiglia e in un centro servizi per anziani.
Le esperienze lavorative maturate mi hanno fatto vedere la complessità delle tematiche della salute in una chiave diversa rispetto a come le avevo studiate all’università.
Credo di aver capito l’esigenza, per tutti gli attori del sistema che produce salute, di applicare un’approccio sistemico ed una difficile e continua geometria variabile analitico-decisionale che partendo dal sintomo dettaglio riesca a dare risposte più efficaci se riesce a curare anche gli aspetti relazionali.
Per questo ho cercato di migliorare le mie abilità comunicative partecipando ad un master di counselling di 3 anni e acquisendo l’abilitazione ad animatore della formazione per i medici di famiglia della Regione del Veneto.
Dal 2010 sono docente in staff al team del polo formativo per la medicina generale del Veneto.
Ho curato i temi gestionali della professione di MMG occupandomi della stessa attraverso il “Centro studi per la medicina generale Keiron” che mi ha voluto come direttore.
Negli ultimi anni mi sono appassionato al tema delle fragilità in particolare a quella degli adolescenti, degli anziani, delle famiglie e dei professionisti che li hanno in cura.
Su questi temi ho organizzato alcune iniziative e ho scritto alcune cose, tra le quali mi piace segnalare S.Ivis M.A.Longo,A.Mattiola. “Green office: progetto per la realizzazione di una rete di studi medici di assistenza primaria riferito ad una popolazione di 20.000 abitanti residenti in ambito oro geografico disaggregato” Domus Aurea  . Ed Rendi. In progress2010: Ivis ; De Toni e Giacomelli: Il Mondo invisibile dei paziente fragili. La fragilità interpretata dalla medicina di famiglia mediante la teoria della complessità. UTET

CONSIGLIERE

Antonia Chiara Scardicchio






Ricercatrice universitaria in Pedagogia Sperimentale, insegno all'Università di Foggia.
Dal 1997 mi occupo di formazione, cercando connessioni, abduzioni, analogie tra mondi disciplinari, nei contesti accademici, sociali, aziendali.
Appassionata di Magritte e Rodari, Feyerabend e Jovanotti, teatro ed arti performative, Montale e Guareschi (che tra di loro amici non erano affatto), Zavattini e Costruttivismo, Bohr, e Ceruti, patatine fritte e Neuroscienze, Calvino e von Foerster,  ho provato a raccontare di questi interstizi in circa 40 pubblicazioni, alcune leggere e alcune pesanti.
Nel 2014 ho vinto il Premio Italiano di Pedagogia, per il libro "Il sapere claudicante", edito da Mondadori. Ma talvolta sono più fiera d'essere l’inventrice degli “Ombrelli Parlanti ”.
Attualmente sono conDirettore del Centro Studi in Pedagogia della Salute, Università di Foggia; Membro del Comitato Scientifico della Rivista Internazionale Metis  e  della Rivista Leadership e Managament  e altre piccole responsabilità che chiamiamo ruoli.
Con le Edizioni La Meridiana ho fondato, nel gennaio 2015, la prima “HOPE SCHOOL” italiana, progettazione formativa centrata sullo sviluppo delle “competenze sistemiche” in ordine al “futuro come capitale culturale e sociale”. www.hopeschool.edizionilameridiana.it, per l’approfondimento scientifico delle quali nel 2016 sono associata al CNR.
Epistemologicamente e fisicamente innamorata di Gregory Bateson, Bruno Munari e don Lorenzo Milani, nel mio lavoro cerco connessioni, interstizi, versioni multiple .
Sono mamma felice e resiliente.


CONSIGLIERE

Milena Guarinoni






Nasco e cresco in ValleCamonica dove conseguo la maturità classica.
Nel 1996 conseguo il Diploma Universitario in Scienze infermieristiche e inizio a lavorare come infermiera incaricata alla ASL di Brescia in diverse realtà. In particolare dal 2000 sino al 2005 mi occupo di prevenzione, igiene ed epidemiologia. Dal 2006 mi occupo invece di organizzazione all'interno del Servizio Infermieristico aziendale, fino al 2010 quando, al termine del corso di laurea Magistrale decido di frequentare un dottorato di ricerca in scienze infermieristiche che si conclude nel 2014.
Attualmente professore a contratto di Metodologia della Ricerca nel corso di laurea magistrale in Scienze Infermieristiche e Ostetriche all'Università degli studi di Brescia e cultore della materia di Interazione tra la professioni sanitarie al corso di laurea in Medicina e Chirurgia della stessa università, mi dedico con passione alla ricerca.

CONSIGLIERE

Alfredo Zuppiroli






Nato a Firenze nel 1951, ha lavorato come cardiologo ospedaliero nel Servizio Sanitario Nazionale dal 1979 al 2012, primario cardiologo in tre diversi ospedali fiorentini dal 2000 al 2012, direttore del dipartimento cardiologico dell’Azienda Sanitaria di Firenze dal 2010 al 2012, quando è andato in pensione.
Autore di numerose pubblicazioni scientifiche anche internazionali. Membro di varie società scientifiche, è stato Presidente della Società Italiana di Ecografia Cardiovascolare dal 2003 al 2005.
Dal 1989 ha sviluppato un particolare interesse per i temi etici in Medicina ed in Sanità, è stato membro della Commissione Regionale di Bioetica della Regione Toscana dal 2000 al 2011, Presidente della stessa dal 2008 al 2011.
Dal 2013 è Collaboratore dell’Agenzia Regionale di Sanità della Regione Toscana, dove si occupa di ricerca in epidemiologia cardiovascolare, della valutazione dei servizi cardiologici e delle ricadute che l’organizzazione sanitaria ha sulla salute della popolazione.
Nel 2014 ha pubblicato il suo primo libro, “Le trame della cura”, per Emmebi Edizioni, Firenze.

CONSIGLIERE
Mauro Ceruti





Sono Professore ordinario di Filosofia della Scienza e insegno presso la Libera Università di Lingue e Comunicazione – Iulm di Milano.
Sono stato ricercatore presso le Università di Ginevra e presso il Centro di Studi Transdisciplinari (CETSAP/CNRS) di Parigi. Ho insegnato presso le Università di Palermo, Politecnico di Milano, Milano Bicocca.
Sono stato Preside delle Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Milano Bicocca e della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Bergamo, dove ho diretto anche la Scuola di dottorato in Antropologia ed Epistemologia della Complessità.
Fra i miei libri: La fine dell’onniscienza, Studium; La nostra Europa, Raffaello Cortina (con E. Morin); Il vincolo e la possibilità, Raffaello Cortina; La danza che crea, Feltrinelli; La sfida della complessità, Bruno Mondadori (con G. Bocchi).





VICE- PRESIDENTE (Non facente parte del Consiglio Direttivo)
Alfredo Cesario





Medico. Vice-Direttore per il Governo Clinico e Ricercatore presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma. E' attualmente Membro dell'Executive Board dell'EASyM (European Association for Systems Medicine), nonchè Board Member dello European Forum for Good Clinical Practice. E' stato Vice-direttore scientifico dell'Ospedale San Raffaele Pisana IRCSS di Roma.




 
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu